MenuInserisci ?
Prezzo 18€
Località
Tipo di annuncio Privati Offro
Descrizione

GIONATA SWIFT

I QUATTRO VIAGGI

DI GULLIVER

Casa Editrici “Carroccio” di Gino e Renzo Boschi

MILANO

Via Marco Aurelio, 34

20 Novembre 1935 – XIV

BIBLIOTECHINA LETTURE AMENE

N. 7

IL VIAGGIO DI LILLIPUT

IL VIAGGIO A BROBDINGNAC

IL VIAGGIO A LAPUTA

IL VIAGGIO AL PAESE DEGLI HOUYHNHNMS

I RACCONTI DEL NONNO (Tina Barbero)

Copertina rigida illustrata a colori, legatura editoriale, pagine 126, formato cm. 12X16,5.

Stato di conservazione: BUONO come mostrano le immagini

Jonathan Swift (Dublino, 30 novembre 1667 – Dublino, 19 ottobre 1745) è stato uno scrittore e poeta irlandese, autore di romanzi e pamphlet satirici.

Spirito libero e razionale, pastore anglicano di posizioni eterodosse, è considerato tra i maestri della prosa satirica in lingua inglese, attraverso cui si occupò di politica e religione, mettendo in luce certa follia e presunzione umana. Le sue opere più note sono le satire, I viaggi di Gulliver, Il racconto di una botte e il pamphlet Una modesta proposta. In particolare, nel Gulliver, il suo capolavoro, sotto l'aspetto fittizio della fiaba, dà sfogo alla propria misantropia e rabbia nei confronti del genere umano e del mondo a lui contemporaneo.

È noto anche per la sua poesia e i suoi saggi.

I VIAGGI DI GULLIVER, RIASSUNTO: IL PRIMO VIAGGIO, LILLIPUT (1699-1702). La prima avventura di Gulliver è anche la più conosciuta: il medico, salpato da Bristol, si ritrova dopo un nauragio sulla spiaggia di una terra sconosciuta, Lilliput. Gulliver si troverà di fronte tanti esserini di quindici centimetri che lo hanno però legato con moltissime reti, cercando di immobilizzarlo, temendo, vista la sua statura, che possa distruggere la loro terra. Gli ometti minuscoli conducono Gulliver in città e si rivelano molto gentili: gli offrono ospitalità e lo sfamano. È lì che Gulliver incontra l’imperatore di Lilliput, che ha un’idea geniale: decide infatti di usarlo come arma contro l’isola di Blefuscu, abitata dagli acerrimi nemici dei Lillipuziani. I due popoli sono nemici perché non condividono una cosa in particolare che si è trasformata poi in una vera e propria controversia: da quale estremità spaccare esattamente un uovo. Gulliver acconsente, ma poi, a causa di altri equivoci futili e nonostante abbia salvato la città da un’incendio urinando sulle fiamme, viene dichiarato traditore e condannato a morte. Riesce però a fuggire su una barca abbandonata: verrà raccolto da una nave e riportato a casa.

RIASSUNTO I VIAGGI DI GULLIVER: IL SECONDO VIAGGIO, I BROBDINGNAG (1706-1710). Gulliver si imbarca di nuovo e, dopo una tempesta, si ritrova con i compagni di viaggio su un’isola. Qui incontrano i Giganti, i Brobdingnag. Al contrario dei Lillipuziani i giganti sono alti quasi 22 metri e Gulliver è visto da loro quasi come un piccolo animale domestico. Viene raccolto tra l'erba da uno che lo porta con sé. Lo cede poi alla regina che lo usa per fare divertire la corte e che per lui fa costruire una piccola casetta portatile. La permanenza tra i Brobdingnag è molto sgradevole per il protagonista, soprattutto a causa della loro ripugnanza e del loro odore, ma anche per lo stile di vista molto umiliante in cui è costretto. In più tutto è gigante, anche gli animali, che sono un pericolo per lui, nonostante sarà proprio uno di loro a salvarlo: durante una gita con la coppia reale, la gabbietta in cui è tenuto viene afferrata da un’aquila e poi fatta cadere in mare. Grazie a questa circostanza Gulliver riesce a mettersi in salvo e a tornare ancora una volta a casa. Il secondo viaggio è chiaramente opposto e speculare al primo.

RIASSUNTO I VIAGGI DI GULLIVER: IL TERZO VIAGGIO, LAPUTA (1706-1710). Gulliver decide di imbarcarsi ancora, questa volta verso le Indie Orientali. Si ritrova però nella terra fluttuante di Laputa, abitata da studiosi di musica e matematica che si dedicano ad esperimenti assurdi e improbabili: estrarre raggi di sole dalle zucche o costruire case partendo dal tetto: insomma, ricerche inutili. Inoltre, gli abitanti di Laputa opprimono quelli di un’altra terra: Balnibarbi. Gulliver decide di andare e qui visita Glubbdubdrib, dove incontra alcuni personaggi storici – tra cui Giulio Cesare – che giudica decisamente più ordinari rispetto a come vengono descritti nei libri. Dopo una sosta tra i Luggnaggiani e gli Struldbrugs, esseri immortali che vivono la loro vita come una pena perché non gli è stata concessa l’eterna giovinezza e sono perciò vecchissimi, Gulliver torna ancora una volta in Inghilterra, passando prima per il Giappone.

I VIAGGI DI GULLIVER RIASSUNTO: L’ULTIMO VIAGGIO, GLI HOUYHNHNMS (1710-1715). Il quarto e ultimo viaggio si apre con un’altra disgrazia: l’ammutinamento del suo equipaggio. Arriva così nella terra popolata dagli Houyhnhnms, cavalli dotati di raziocinio, e dai loro servi, gli Yahoo, esseri umani nell’aspetto ma abbrutiti nel corpo e nello spirito. Gulliver fa amicizia e lega con i colti e evoluti cavalli, impara la lingua, in cui non ci sono termini per definire i sentimenti, la falsità, l’ipocrisia e spiega agli Houyhnhnms la Costituzione inglese. La loro società è molto particolare: non hanno religione e non conoscono dolore per la morte, mentre la loro struttura sociale si basa sulla famiglia con due figli, un maschio e una femmina. A proposito della loro lingua poi, per esprime parere negativo o disprezzo usano il termine “yahoo”, che spiega molto bene anche la considerazione per i loro servitori. Gulliver chiede di essere ammesso tra gli Houyhnhnms ma loro, temendo che la sua natura umana possa comprometterlo, lo cacciano dalla loro terra. Rassegnato, Gulliver si costruisce una canoa, prende la via del mare, e successivamente viene raccolto da una nave portoghese. Ormai, conosciuti gli Yahoo, Gulliver disprezza tutti gli esseri umani tanto che tornato a casa non sopporta la moglie e figli e troverà serenità solo nella stalla, dove trascorrerà le proprie giornate parlando con i cavalli.

Spese di spedizione Euro 2 con posta "piego di libri opportunamente protetto in custodia di cellofan e inviato dentro apposita busta postale.

NON E’ PREVISTA LA CONSEGNA BREVI MANU

Pagamento:

postepay

bonifico bancario

vaglia postale

Attenzione alle truffe!
Clicca qui per avere maggiori informazioni.

Contatta l'inserzionista

Non dimenticare di citare Vivastreet quando contatti questo inserzionista!

Qualcosa non va con questo annuncio?

Segnalateci il problema e lo esamineremo di conseguenza.

Rispondi via email


Il tuo messaggio e' stato inviato con successo!
Report This Ad

Non hai trovato quello che cercavi?

< Torna ai risultati

Contatta l'inserzionista

Non dimenticare di citare Vivastreet quando contatti questo inserzionista!

Qualcosa non va con questo annuncio?

Segnalateci il problema e lo esamineremo di conseguenza.

Rispondi via email


Il tuo messaggio e' stato inviato con successo!
Report This Ad